Via Mazzini, 20 - 55100 Lucca T. +39 0583 954275 Vendita Lun-Ven 9-12.30 15-19.30 Sab 9-12.30 15-19 | Officina Lun–Ven 8.30-12.30 15-18.30

Una Vespa unica, venduta all'asta ad un prezzo da supercar !
Postato da AMMINISTRATORE il 23/07/2021

Una Vespa unica, venduta all'asta ad un prezzo da supercar !
Il modello più raro dell’iconico scooter è arrivato addirittura a superare i 180 mila euro di valore!

La Vespa è indubbiamente uno dei prodotti di disegno industriale più famosi al mondo, simbolo e orgoglio del design italiano, esposta nei musei di design, arte moderna, scienza & tecnica e trasporti.

Talmente iconica da accompagnare la storia d’Italia attraverso i decenni, in una cavalcata che dura tutt’ora!

Una novità assoluta

Enrico Piaggio, animato dalla voglia di innovazione scelse un progettista che non apparteneva al mondo della motocicletta: l'ingegnere aeronautico Corradino D'Ascanio.

D'Ascanio, che "detestava le motociclette", progettò allora un veicolo con caratteristiche completamente nuove:

- Per non dover scavalcare una moto per sedercisi sopra, inventò la prima moto a scocca portante, priva di struttura tubolare in acciaio e, grazie a questo, priva di tunnel centrale.
- Adottò una sospensione anteriore ispirata a quella dei carrelli per aerei e creò un motore concettualmente derivato dai motori d'avviamento aeronautici.
- Spostò il cambio sul manubrio, ritenendolo molto più pratico da usare.
- Coprì il motore con il telaio per rimediare alle frequenti perdite d'olio che macchiavano i pantaloni
- Aggiunse la ruota di scorta
- Modellò la posizione di guida attorno al disegno di un uomo seduto su una poltrona.

Il debutto nel 1946

Il 23 aprile 1946 la Piaggio & C. S.p.A. deposita - presso l’Ufficio centrale dei brevetti per invenzioni, modelli e marche del Ministero dell’Industria e del commercio di Firenze - il modello di utilità per “motocicletta a complesso razionale di organi ed elementi con telaio combinato con parafanghi e cofano ricoprenti tutta la parte meccanica”.

Era nata la prima Vespa!

Questo primo modello aveva una cilindrata di 98 cm³, motore a due tempi, tre marce, accensione a volano magnete, potenza massima di 3,2 cavalli a 4500 giri al minuto, che consentivano una velocità massima di 60 km/h e il superamento di pendenze del 20%.
La posizione del motore consentiva la trasmissione diretta dal cambio alla ruota posteriore senza catena, che faceva parte della semplicità progettuale che ha in seguito favorito il successo planetario della Vespa.
La prima serie dell'iconico modello Piaggio è stata prodotta in un numero limitatissimo di esemplari, con l'ultima vendita all'asta che ha superato i 180 mila euro.
Come riporta Formula Passion:
https://www.formulapassion.it/automoto/mondomoto/vespa-esemplare-costa-come-ferrari-prezzo-prima-serie-piaggio-575929.html